mercoledì 6 agosto 2008

SCHEDA DELLO SPETTACOLO: Antò le momò

martedì 2 settembre
ore 21.00 CASCINA BUONMARTINO
Antò le momò
di e con Andrea Cosentino
regia Andrea Virgilio Franceschi
consulenza drammaturgica Valentina Giacchetti
collaborazione artistica Lucia Calamaro, Antonio Silvagni
maschere Andrea Cosentino
progetto Mara’Samort

Antò le momò vuole essere avanspettacolo in senso letterale, qualcosa che viene prima dello spettacolo vero e proprio. Esposizione dell’incompiuto, processo creativo esibito un attimo prima che diventi forma, strutture drammaturgiche denudate come gesto estremo e paradossale di pudore. Nella prima metà del novecento l’avanspettacolo si recitava prima dell’inizio e negli interstizi dello spettacolo vero e proprio, che allora era la proiezione cinematografica. Nella consapevolezza che oggi più che allora lo spettacolo è altrove, io tento di usare il teatro per scomporre i meccanismi dello spettacolo stesso, e della società che attraverso di esso si esprime. Antò le momò è la mia piccola scatola delle meraviglie, il mio laboratorio alchemico di sperimentazioni comico-grottesche. C’è un fatto di cronaca nera e vera confessato da un improbabile Pulcinella, dove proseguo e radicalizzo quel raccontare gli spettacoli per smontarli, che era già la cifra dei miei lavori precedenti. E c’è la presentazione di telemomò, la televisione autarchica-demenziale, dove si rappresentano sceneggiati, telegiornali e pubblicità manipolando bambole di plastica, parrucche, giocattoli, pezzi di corpo e brandelli di oggetti.

E ancora ci sono danze e racconti e canzoni e c’è naturalmente Antonin Artaud, cui questo avanspettacolo è dedicato, ridotto a marionetta manovrata da un suo doppio irridente, il quale dinanzi a voi, Signore e Signori, cercherà di catturare Dio per verificarne l’esistenza. Tutto accade nell’attimo in cui accade, e può anche non accadere. Qui voglio concedermi il piacere del rischio e dell’improvvisazione, che per me rimane il cuore pulsante del teatro.

INGRESSO: 12,00€

Sono disponibili biglietti gratuiti per i cittadini di Olgiate
Chiedi informazioni presso la biblioteca comunale

3 commenti:

Silvia ha detto...

Bellissimo!!! Mi sono molto divertita. Ma non era una palla come mi avevano detto. Chi non è venuto si è perso uno spettacolo spiritoso ma anche molto profondo.

Anonimo ha detto...

Se prendo chi ha messo in giro la voce che lo spettacolo sarebbe stato palloso... gli tiro il collo!
In effetti non ho ben capito come questa psicosi collettiva si sia generata, ma sono contenta che le aspettative siano state smentite.
Anche perchè questo spettacolo l'ho proprio scelto io, quindi se non fosse stato bello mi sarei sentita leggerissimamente in colpa.
Tutto è bene quel che finisce bene.
La Rassegna di quest'anno mi sta veramente stupendo e gli spettacoli sono tutti di altissima qualità. Andrea Cosentino mi aveva subito colpita, per questo l'ho voluto a Olgiate.

Assessore Isabella ha detto...

L'anonimo di prima ero io... Mi avevate riconosciuta vero!!!!